23/02/2019 | 2041 articoli | 1469 commenti | 855 utenti iscritti | 5438 immagini | 21721367
login | registrati

Ultima iscrizione, Maria Antonietta F.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Febbraio 2019
L M M G V S D
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728

- - - - - - -

Articolo inserito da Gilberto Giorgetti in data 08/08/2006
Personaggi
letto 14296 volte in 12 anni 6 mesi e 22 giorni (3,12)
Carlo Crispini (1902-1982) - pittore
Carlo Crispini era nato a Pontelagoscuro (FE) il 17 agosto 1902. Si trasferì a Forlì e insegnò disegno, in questa città e a Bologna.
Fu un artista postimpressionista, dai colori evanescenti e fluidi, dalla pennellata veloce e graffiante. Dipinse fiori, figure, paesaggi, nature morte e fu anche incisore.
Luigi Servolini, nel 1942, sul catalogo della mostra al dopolavoro provinciale di Forlì, di Carlo Crispini, scriveva quanto segue:
“Lirico interprete della natura, questo pittore sa sempre rinnovare le sue impressioni, sfuggendo a quel senso monocorde che purtroppo compromette la pittura di molti. Alla ricerca di uno stile ancora più saldo, il Crispini ha già, nondimeno, una sua personale maniera d’esprimersi, semplice, limpida, comprensibile a tutti, ricca di molte possibilità di sviluppo.”
A Vecchiazzano, durante gli anni ’60, Crispini dipingeva in una camera-studio che la dottoressa Rosanna Ricci gli aveva concesso nella sua villa in via Veclezio. Spesso dipingeva anche dal terrazzo della casa Galassi, confinante con la villa Ricci. In casa Galassi dipingeva volentieri i fiori di Odette, figlia di Romeo, e immortalava scorci della campagna circostante.
Morì a Bologna il 13 gennaio 1982.

Nella foto - Da sinistra Carlo Crispini - sua moglie - Pier Claudio Pantieri


fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
Commento inserito da Raffaela De rita in data 22/01/2008 20:45:45
io vorrei saperne di più su c.crispini, ho ricevuto in regalo da amici dei nonni 2 dipinti e mi piacerebbe conoscere meglio quest'artista. Grazie



Commento inserito da Roberto Brunelli in data 24/01/2008 20:45:45
Sò di certo che Crispini è stato il Maestro dell' Artista Pantieri Pierclaudio.
Pantieri conobbe Crispini perchè il Maestro frequentava il negozio dei genitori, e vedendolo disegnare ne intuì immediatamente il talento.
Come un padre aiutò Pantieri a migliorare le sue conoscenze sulle basi fondamentali della pittura, della prospettiva, dei materiali.
E' quindi anche grazie a lui che Pantieri è diventato il Maestro che è, e di cui tutti i forlivesi devono andare fieri.
Penso quindi che sia lui la persona più indicata per poter esprimere un giudizio critico sul Crispini Pittore.





Nella foto sopra un bellissimo "Gallo" di Pantieri del 1960 ( Collezione Privata )


Commento inserito da Cristina Maltoni in data 25/01/2008 20:45:45
Il dipinto, che si distingue per la particolare delicatezza dei passaggi tonali, risulta esposto al Premio di Pittura Clusone del 1951, come attesta un’etichetta applicata sul retro e recante anche il titolo dell’opera. La sua acquisizione da parte dell’Amministrazione Provinciale di Forlì può essere collegata all’assidua attività espositiva svolta dall’artista in ambito forlivese nel corso degli anni Cinquanta
olio su tela







Commento inserito da Alvaro Lucchi in data 18/03/2012 12:21:23

Mi ha fatto molto piacere leggere l'articolo del sempre attento amico Giorgetti sul trascurato pittore che per lungo tempo a vissuto nella nopstra città.

Crispini è in effetti un pittore che avrebbe meritato maggiore attenzione e non sarebbe male realizzare a lui un tributo nella nostra città, una retrospettiva, Si potrebbe sensibilizzare la Fondazione Cassa dei Risparmi, no? Io ho avuto il piacere di conoscere il pittore quando viveva in corso Garibaldi, se ricordo bene. Lo ricordo purtroppo come una persona molto stanca, presa dai problemi di tutti giorni, ma che manteneva un'anima sensibilissima e vivace.

Alvaro Lucchi




commenta questo articolo
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su