24/05/2019 | 2071 articoli | 1473 commenti | 860 utenti iscritti | 5609 immagini | 22359407
login | registrati

Ultima iscrizione, Monica C.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Maggio 2019
L M M G V S D
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

- - - - - - -

Articolo inserito da Roberto Brunelli in data 28/03/2009
Storia
letto 12678 volte in 10 anni 1 mesi e 29 giorni (3,42)
CENNI STORICI SUL PRESIDIO OSPEDALIERO DI FORL╠

Gli Ospedali "G.B. Morgagni" e "L. Pierantoni" nascono come due realtà distinte e separate: il primo, fondato nel 1907 e intitolato prima alla memoria di Aurelio Saffi, in seguito all'illustre concittadino Giovan Battista Morgagni (foto 1), si trovava nel cuore della città di Forlì; il secondo, intitolato a Luigi Pierantoni, viene inaugurato nel 1937 e nasce come Centro Sanatoriale per la cura della tubercolosi.

Il centro viene organizzato su tre padiglioni, in rappresentanza delle tre armi: il Vallisneri a forma di nave (foto 2), il Valsalva a forma di aereo (foto 3), l'Allende a forma di carrarmato (foto 4).

Dal 1973, in questa struttura sono stati trasferiti alcuni reparti ubicati al Morgagni, divenuto nel frattempo insufficiente come sede per un ospedale moderno ed efficiente.

 

Nel 1994 è stata creata l'Azienda USL di Forlì, che comprende gli Ospedali Morgagni e Pierantoni di Forlì e gli ospedali di Forlimpopoli, Meldola e Santa Sofia.

Nel corso del 1996 si è verificata, coerentemente con la pianificazione regionale, una profonda riorganizzazione della rete Ospedaliera nella nostra Azienda, che ha consentito un più efficace orientamento delle strutture ospedaliere. Al Morgagni sono state concentrate in prevalenza le funzioni per la gestione dell'emergenza e il dipartimento delle malattie respiratorie. Al Pierantoni, invece, le funzioni chirurgiche di tipo specialistico, il polo oncologico, l'area materno-infantile e il dipartimento neurogeriatrico-riabilitativo. Gli Ospedali di S. Sofia e Forlimpopoli hanno assunto una connotazione medico-riabilitativa. Lo stabilimento di Meldola, nato come sede di poliambulatorio, è diventato la nuova sede dell'Istituto Scientifico Oncologico della Romagna (IRST).

Nel 2004 è stato inaugurato il nuovo complesso Ospedaliero "G.B. Morgagni-L. Pierantoni", dopo che tutta l'attività è stata trasferita al Pierantoni, mentre nell'area precedentemente occupata dal Morgagni sarà realizzato un "campus Universitario". Tale operazione ha consentito un miglioramento dell'accessibilità, dell'efficienza e dell'efficacia della struttura ospedaliera.

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
Commento inserito da Dario Lauterio in data 24/07/2009 20:45:46

Che belli i ricordi di Vecchiazzano in quella splendida nave...al Vallisneri/Morgagni che splendidamente mi ha curato facendomi tornare vivo tra i vivi...dimenticando definitivamente quella terribile malattia.Bravi bravissimi i medici  e l'amore di tutto il personale di allora capaci di ricostruire i cuori di noi ragazzi  di allora.Ancora grazie ai Vecchiazzanesi di allora...e a quelli di oggi.Dario Lauterio




Commento inserito da Dario Lauterio in data 29/07/2009 20:45:47

Che meraviglia il Vallisneri di Vecchiazzano.Che stupendi ricordi navigano nella mia mente.

Oggi è ancora così? O è stato trasformato. 

 




Commento inserito da Roberto Brunelli in data 07/08/2009 20:45:47

Raccolgo molto volentieri la gentile richiesta del Sig. Dario Lauterio  che chiede informazioni su com’è ora il  Nosocomio di Vecchiazzano.
Ritengo che mai come in questi casi le immagini possano raccontare le cose meglio di 1.000 parole, quindi grazie alla collaborazione di un amico siamo in grado di proporvi un filmino ripreso dalla cima dell’acquedotto che descrive com’è ora la zona circostante all’ex-Sanatorio.

 


Certo di avere fatto cosa gradita ai tanti utenti che sono stati ospiti del nostro Ospedale e che sappiamo leggerci un po’ da tutta Italia colgo l’occasione per ringraziare tutti i dipendenti dell’Azienda U.S.L. di Forlì che hanno prestato e prestano tuttora servizio presso che con la loro professionalità e competenza ci colloca tra i migliori Ospedali europei.

 




Commento inserito da Dario Lauterio in data 21/01/2019 11:52:34

Mi piacerebbe ricevere un depliant cartaceo sulla storia e su com'erano una volta e come sono oggi quesgli istituti.Mi piacerebbe sapere anche se è visitabile l'area dove una volta c'era il Vallisneri ,l'istituto dei bambini a forma di nave.

Ho ricordi vivissimi di quegli anni anche se ne sono passati davvero tanti...

Cordiali saluti ed un fortissimo ringraziamento a tutti gli operatori sanitari di quel tempoe di quelli che amorevolmente lo svolgono ancora oggi.

 




commenta questo articolo
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su