22/02/2019 | 2041 articoli | 1469 commenti | 855 utenti iscritti | 5438 immagini | 21670608
login | registrati

Ultima iscrizione, Maria Antonietta F.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Febbraio 2019
L M M G V S D
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728

- - - - - - -

Articolo inserito da Nevio Fabbri in data 11/07/2008
Pallavolo
letto 7096 volte in 10 anni 7 mesi e 18 giorni (1,83)
pallavolo

Se Vecchiazzano è stata fortissima nel calcio (le suonate date non solo a S.Lorenzo sono ancora note), S.Lorenzo ha avuto una notevole tradizione nella pallavolo.
Fin dal 1965-66 S.Lorenzo ha avuto una squadra di pallavolo maschile che disputava i campionati a livello interprovinciale, da quegli anni nel retro del bar Valentini andava in onda il torneo estivo di pallavolo. E dal di li sono passati più bei nomi della pallavolo romagnola Ricordo tra tutti Gardini forse il più grande pallavolista italiano di tutti i tempi (ora e vice di Anastasi nella Nazionale maggiore) Bendandi (plurinazionale): giocare a S.Lorenzo era un motivo di vanto e vi era gara tra le squadre forlivesi ingaggiare quanto di meglio passava il convento di allora. Non più di sedici squadre, le richieste un anno erano una trentina e dire di no si fa sempre fatica.
E a S.Lorenzo sull'onda di quei tornei estivi una bella covata di giocatori: Flamigni (detto il fabbro), Galeati Claudio (Padino mancino tremendo,Giuliano Luccaroni (detto Equipe) Franco Mengozzi (detto Coniglio) Massimo Stradaioli (detto Fighetto) e tanti altri che hanno fatto in modo che a livello provinciale sia nella FIHP che nella UISP S.Lorenzo fosse al vertice.
Hanno giocato a S.Lorenzo Franco berti, Faggiotto, Rossi Stelio e Pasquale Venditto (già da allora apprezzato showman) che pur essendo  a suonare a mantova, in una partita decisiva per il campionato (poi vinto della allora serie D) venne a Forlì e alle 8 di sera partì per Mantova dove alle 10 doveva suonare in un night di quella Città. Lo stesso dicasi per le ragazze: più volte campioni provinciali sia FIHP che UISP, poi per mancanza di risorse e di palestre anche le belle esperienze vengono meno: occorono sempre più risorse, il volontariato non ce la fa più e le cose belle e aggreganti vengono a meno.
Dovremmo come persone e come dirigenti incominciare ad interrogarci: vale più un abbonamento a SKY calcio o sostenere queste aggregazioni che hanno l'unico torto di voler bene a ragazzi e ragazze dando loro una prospettiva sportiva diversa dalla prospetiva così cara a Silvio dello sport spettacolo consumistico e non solo. Ho scelto di essere dirigente di uno sport povero (il pattinaggio a rotelle) uno sport che mi da tante soddisfazioni come dirigente e come genitore: vorrei solo che la Città di Forlì così sensibile pensasse un po' meno ai piagnistei dei profesionisti mascherati (leggi purtroppo anche pallavolo) e si aprisse agli sport che aggregano. Enrico Fabbri campione del mondo 2007 ha avuto dalla sua federazione il rimborso di € 5000 per il titolo mondiale, i calciatori che hanno fatto una ben magra figura agli europei 120.000 €. Credo che qualche distinguo sia necessario incominciare a fare. Grazie Nevio Fabbri

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
Commento inserito da Nevio Fabbri in data 04/08/2008 20:45:46

Ho rivisto dopo tanto tempo gli amici che anni fa hanno giocato a pallavolo per S.Lorenzo: una armata invincibile e imbattibile basti pensare che nel campionato UISP 1975  14 partite, 14 3-0 e in una partita Franco Faggiotto ha avuto il coraggio di 11 punti consecutivi in battuta e nel contemporaneo campionato federale di serie D 13 vittorie e una sconfitta per 3-2 (a rileggere i referti c'è da impallidire si andava ad oltranza e non c'era il tie breack)!!! A leggere l'articolo a riferimento Gabriele Flamigni e Claudio galeati si sono commossi: commento unanime se allora ci fossero stati i mezzi di adesso (leggi palestre, palloni, sistemi di llenamento) qualcuno di noi poteva andare avanti nella carriera e arrivare anche nelle squadre di alto livello (leggi Ravenna o la SPEM di Faenza o Modena visto che sia Flamigni che Galeati hanno fatto più di un provino per il VillaD'Oro Modena) e poi... altri tempi si doveva lavorare o studiare e lo sport era esclusivamente DIVERTIMENTO




Commento inserito da Nevio Fabbri in data 10/08/2008 20:45:46

Nei miei ricordi di dirigente della soc.sport.S.Lorenzo ho avuto tanti ragazzi che poi hanno avuto anche successo nella vita: ho sempre inteso lo sport come palestra di crescita e lungi da me l'apprezzamento solo per l'atleta bravo, anzi il meno bravo andava e va sempre più aiutato. Nella pallavolo ha giocato a S.Lorenzp PRETI ora apprezzato medico: un grande giocatore ma sopratutto un grande motivatore ed educatore sopratutto verso i ragazzi più giovani ai quali, lui grande giocatore che aveva giocato anche ai massimi livelli, insegnava che la pallavolo è bella se intesa come divertimento. Credo che  Preti merita un ricordo sopratutto per le sue doti umane e non solo come grande giocatore. Nevio Fabbri




commenta questo articolo
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su