22/04/2019 | 2060 articoli | 1472 commenti | 857 utenti iscritti | 5593 immagini | 22178598
login | registrati

Ultima iscrizione, Alberto M.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Aprile 2019
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930

- - - - - - -

Articolo inserito da Roberto Brunelli in data 23/12/2007
Personaggi
letto 11626 volte in 11 anni 4 mesi e 3 giorni (2,81)
Otello Buscherini
Sono cresciuto in mezzo ai motori, mio padre e mia madre erano due motociclisti che partecipavano a molti Motoraduni Nazionali compatibilmente alle loro esigenze di lavoro in sella ad un Guzzi prima e su un Honda CBX 1000 sei cilindri poi.
Loro mi hanno trasmesso la passione per "e mutor", e già dal tempo delle scuole elementari ( era l' inizio degli anni 80 ) partecipavo a gare di regolarità in moto ad un LEM 50 cc già iscritto anch'io come loro al Moto Club Sgarzani-Canonici.
Frequentando la sede del Moto Club ho presto conosciuto il mito d’Otello Buscherini e sono rimasto affascinato dal carisma, dal rispetto e dall’amore che accompagnava la sua persona seppur prematuramente scomparsa e magari dai più non conosciuto personalmente.
Poi grazie a mia madre ho conosciuto personalmente a Vecchiazzano la madre del pilota, e sono rimasto impressionato dalla serenità e dalla gioia con cui parla di suo figlio, perché da tali sentimenti si capisce che Otello come tutti i "miti" che non sono tali solo perché creati dai mass-media ma perché uomini prima e davanti a tutto, sono realmente immortali e sempre al fianco delle persone che li amano.
Mi sembra giusto allora ricordarlo anche sul "nostro" sito.
Non ho voluto parlare direttamente del pilota e della sua storia perché il tutto è già ampliamente e ottimamente descritto nel sito web a lui dedicato www.otellobuscherini.it e dal magnifico libro di Giorgetti - Sansavini "Otello Buscherini, una vita per la moto".
Ma ho preferito parlare per quanto mi concerne dell' uomo.

GRAZIE OTELLO !!!








fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
Commento inserito da Ortenzio Brunelli in data 27/12/2007 20:45:45
E’ sempre difficile per me parlare del tragico evento della morte dell’amico Otello Buscherini, che ho vissuto in prima persona, insieme a mia moglie e ad un gruppo d’amici il 16 Maggio del 1976 al circuito del Mugello mentre correva con una Yamaha nella classe 250cc.
Fin da subito non sembrò una banale caduta alla curva dell'Arrabbiata Uno, dove eravamo assiepati noi con tantissimi altri spettatori.
Travolto dalla sua moto, per l’assenza di vie di fughe e la presenza dei pali di sostegno delle reti di protezione gli fu fatale.
Ci rendemmo immediatamente conto delle gravissime condizioni del pilota, e abbandonammo l’autodromo per recarci al vicino Ospedale di Luco di Mugello. ( FI ) a sincerarci delle condizioni dell’amico.
Appena giunti però ci comunicarono subito il triste annuncio e ci fu permesso di vederlo per porgerli il nostro ultimo saluto.
Non mi vergogno ancor ora di commuovermi e piangere parlando d’Otello, come piangemmo tutti, per tutto il tragitto di rientro in moto, da quel “maledetto” giorno dal Mugello.
Dico “maledetto” perché è doveroso ricordare che quel giorno al Mugello un altro centauro Romagnolo, Paolo Tordi perdette anch’esso la vita, segnando forse la giornata più triste che il motociclismo Romagnolo abbia mai conosciuto.
Otello sarebbe diventato sicuramente il primo Campione del Mondo forlivese, tutta la Città lo amava e gli rese omaggio.
Nella foto qui sotto riportata sono ritratti i funerali d’Otello Buscherini, Maggio 1976.
Ho avuto l’onore, amico tra gli amici, di accompagnare come primo motociclista alla destra davanti al carro funebre, Otello nel suo ultimo viaggio, un viaggio tra due ali di folla ed un corteo infinito di motociclette.
Una cosa però mi rende felice e mi da speranza, sapere che il sacrificio d’Otello non è stato vano, visto che tanta gente ancor oggi dopo tanti anni vive nel mito e nel rispetto dell’amico campione.






Commento inserito da Gabriella Cortini in data 27/09/2008 20:45:46

Forlì sua città natale ha voluto rendergli omaggio dedicandogli un impianto Polisportivo sito in via Orceoli 17 che ospita attività di Tennis, Calcio, Palestra, Softball, Beach, Basket, Area verde, Parco Bimbi.
Inoltre all'ingresso del Polisportivo ( www.polisportivabuscherini.com ) è collocato un busto in memoria del pilota.




Commento inserito da Gabriella Cortini in data 18/06/2010 23:19:13

Un’istantanea di Luciano Sansovini sulla moto che fu del compianto Otello Buscherini in una rievocazione storica di moto d'epoca. Da notare che in quest’occasione Luciano "veste" la tuta dell' Amico "Nené" Brunelli.




Commento inserito da Roberto Brunelli in data 27/05/2016 08:38:50

Domenica 29 maggio dalle ore 10:00 inaugurazione della nuova sede dell'Associazione "Otello Buscherini":




commenta questo articolo
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su