19/07/2019 | 2074 articoli | 1473 commenti | 863 utenti iscritti | 5609 immagini | 22792442
login | registrati

Ultima iscrizione, Monia R.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Luglio 2019
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

- - - - - - -

Articolo inserito da Cristina Maltoni in data 27/11/2007
Info a Vecchiazzano
letto 4494 volte in 11 anni 7 mesi e 27 giorni (1,06)
Vecchiazzano, cittadini contro un nuovo impianto di telefonia
Basta con le antenne. Tornano le proteste
Il Resto del Carlino del 27/11/2007 ed. FORLÌ p. II

Vecchiazzano, cittadini contro un nuovo impianto

LE PROTESTE non sono finite. Qualcuno si è abituato alle antenne per la telefonia mobile, che spuntano come funghi; altri vorrebbero tenerle alla larga il più possibile. Tutti ormai usano i cellulari, ma a nessuno piace il contatto diretto con l'impianto e il suo campo elettromagnetico. A Vecchiazzano per esempio, è tornato il malumore degli abitanti di via del Cavone, via Benini e dintorni. Un anno fa raccolsero oltre cento firme e fecero un esposto al Tar contro il ripetitore installato da Wind. «Il più alto di Forlì, 35 metri», denunciavano. Ora l'impianto sarà potenziato, perché Telecom ha chiesto di aggiungere anche la sua antenna, nella fettuccia di terreno di proprietà del Comune. «In realtà l'azienda voleva installarla su una proprietà privata a pochi metri di distanza e noi abbiamo rifiutato - dice Cristina Laghi, responsabile dell'unità gestione ambiente del Comune - . Dal punto di vista dell'inquinamento è meglio avere un solo impianto nello stesso posto, piuttosto che due vicini».

MA GLI ABITANTI sono già preoccupati di quello che c'è già e ora hanno scritto al sindaco, all'assessore Capacci e al presidente della circoscrizione 5. «Non siamo contrari alle antenne in assoluto - dice Massimo Gramellini, portavoce dei residenti - ma qua attorno di spazi dove collocarle ce ne sono tanti, più lontano dalle case. Senza contare che nei pressi c'è una casa di cura e un'area verde». La sua abitazione è a 85 metri dal fusto in metallo, la più vicina a soli 30 metri. «Già l'anno scorso ci fecero delle promesse, invece sappiamo com'è andata a finire». I cittadini possono presentare osservazioni, entro il 5 dicembre. Ma è un film già visto.

NEL TERRITORIO comunale sono in piedi circa centotrenta antenne per la telefonia mobile, alcune in abbinamento (due o tre nello stesso sito). Le richieste delle compagnie telefoniche per il 2008 sono in totale 14, ma solo tre (tutte di Telecom, in corso Mazzini, viale Appennino e appunto quella di Vecchiazzano) riguardano nuovi impianti, le altre sono 'riconfigurazioni', cioè potenziamenti.

IL PROLIFERARE dei ripetitori non si arresterà, almeno a breve tempo. Con il lancio sul mercato della nuova generazione di telefonini (Umts) la rete dovrà essere coperta in modo ancora più capillare. Mentre con i Gsm era sufficiente un traliccio ogni 500 metri, l'intenzione delle compagnie telefoniche è di stringere le maglie fino a una stazione ogni 300 metri.
Fabio Gavelli

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
commenta questo articolo
Non ci sono commenti su questo articolo, inseriscilo tu.
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su