21/03/2019 | 2046 articoli | 1469 commenti | 856 utenti iscritti | 5527 immagini | 21921993
login | registrati

Ultima iscrizione, Roberto E.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Marzo 2019
L M M G V S D
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

- - - - - - -

Articolo inserito da Gabriele Zelli in data 16/05/2007
Storia
letto 5997 volte in 11 anni 10 mesi e 12 giorni (1,39)
LA SIBA D LADEN
LA SIBA D LADEN

Qund chu i passeva tra la str impurbida
E u i era sol na ca da cuntadn,
cla zona lera tnta melfamda
che al dal la scansva cume vln.

Andj d vleva di lssar bulda.
lera na grn fadga f de bn.
Par cla mentalit piotst malda,
comun frnc-bol timbr : Siba d Ladn !

Insoma lera e gival in parsna
cla Siba tra Avciaz e Castrichra,
pins chlera lavnz d un bosc tnt bel !

adss, non pi! E l na csa bna
u nsarvess pi ne e bosc ne la calra.
Da stgnascst, difati, ac bsogn a j l???

Arrigo Casamurata


LA SELVA DI LADINO

Quando vi ci passava nel mezzo la strada polverosa
Ed esisteva solo una casa da contadino,
quella zona era cos malfamata
che le donne la scansavano come il veleno.
Andarci significava essere bollata.
Sarebbe stato difficile poi finire bene.
Per la mentalit di allora piuttosto malata,
come una affrancatura: Selva di Ladino!
Insomma, era il diavolo in persona
quella selva tra Vecchiazzano e Castrocaro,
pensare che era il residuo di un meraviglioso bosco!
Ora, non pi! Ed cosa buona
Non serve pi n il bosco n il sentiero.
Di stare nascosti, infatti, che bisogno c???

Arrigo Casamurata

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
commenta questo articolo
Non ci sono commenti su questo articolo, inseriscilo tu.
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su