24/09/2020 | 2164 articoli | 1504 commenti | 886 utenti iscritti | 5910 immagini | 26028902
login | registrati

Ultima iscrizione, Roberto C.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Settembre 2020
L M M G V S D
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930

- - - - - - -

Articolo inserito da SocietÓ Ciclistica Vecchiazzano in data 22/05/2017
Ciclismo
letto 2225 volte in 3 anni 4 mesi e 6 giorni (1,82)
Uscita in trasferta nel Casentino sabato 20 maggio

Sabato 20 maggio un gruppo di 6 soci (Roberto Gori, Luigi Vellini, Valter Collini, Paola Mengozzi, Gianpiero Borghesi e Vanni Bertozzi) si è recato fino a Pieve Santo Stefano con l’auto per poi scaricare le bici e iniziare un bell’itinerario fra i rilievi aretini.
La prima visita è stata al borgo di Anghiari, celebre per un antica battaglia medioevale e per una ripidissima rampa che taglia in due il centro abitato. Dopo una breve sosta fra mura e antiche scalinate, il gruppo si è addentrato in mezzo alla natura attraversando la Riserva Naturale dei Monti Rognosi. Qui si può trovare il paesino di Ponte alla Piera, che come dice il nome ha come monumento significativo un vecchio ponte di origine medioevale che sovrasta un piccolo torrente. In seguito la strada si è fatta più impegnativa come pendenze per arrivare prima a Caprese Michelangelo (luogo di nascita del famoso scultore e pittore Michelangelo Buonarroti) e poi a Chiusi della Verna.
Qui si è fatta una pausa pranzo presso il Ristorante Bellavista ha base di un ottimo bis di tagliatelle e ravioli ai porcini. Nonostante l’abbondante pranzo si è saliti ulteriormente fino in cima all’Eremo francescano de La Verna, immerso nell’incontaminata foresta del Casentino per una visita di quasi un’ora. Infine la lunga discesa del Passo dello Spino per tornare a Pieve Santo Stefano.















fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
commenta questo articolo
Non ci sono commenti su questo articolo, inseriscilo tu.
PENCIL ©
Copyright 2006-2020
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su