26/03/2019 | 2051 articoli | 1470 commenti | 856 utenti iscritti | 5533 immagini | 21970913
login | registrati

Ultima iscrizione, Roberto E.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Marzo 2019
L M M G V S D
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

- - - - - - -

Articolo inserito da Franco Casadei in data 03/12/2014
Presepio di Vecchiazzano
letto 2887 volte in 4 anni 3 mesi e 24 giorni (1,83)
PRESEPE ANIMATO MECCANICO ORIENTALE

Una CATECHESI animata su cui meditare
CHIESA di VECCHIAZZANO – FORLI’
FOTO LOCANDINA

 Tema Natale 2014  
“Gesù ci guarisce dalla solitudine, dal peccato, dalla morte”



Nella notte santa, i pastori a Betlemme, sono raggiunti dalle parole dell’angelo: «Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore (Lc 2,10-11)
In cosa consiste questa gioia grande?
Consiste nel fatto che Gesù vero Dio si fa uomo, nasce nella povertà per insegnarci a vivere (Tt 2,11-12),  per guarirci dalle nostre ferite e  dalle nostre grandi paure:        la solitudine, il peccato e la morte.

Gesù ci guarisce dalla solitudine:    all’inizio della sua vita pubblica nella sinagoga di Nazaret, Gesù,  leggendo la profezia di Isaia che annunciava la venuta di un Messia, dice:” oggi si è adempiuta questa scrittura.Sono io quel Messia annunciato da Isaia”.
 Questa è la missione del Signore: liberare e guarire i poveri, i piccoli e tutte le persone ferite dalla vita, ovvero tutti noi.

Gesù ci guarisce dal peccato: Chiamando a sé Matteo uno degli uomini più odiati dai giudei perché esattore delle tasse per conto dei romani (Mt,9-13), Gesù ci ricorda che la sua misericordia è sempre più grande della nostra miseria, e la guarigione dal peccato ci apre alla condivisione con i fratelli.

Gesù ci guarisce dalla morte: ciò che Elia aveva annunciato col resuscitare il figlio della vedova di Sarepta (1Re 17,17-24), viene portato a pienezza dal Signore Gesù  che resuscita  l’amico Lazzaro (Gv 11,11-46).



Da oltre 20 anni diverse migliaia di visitatori, anche da fuori provincia,  vengono a visitare il Presepe animato allestito all’interno della Chiesa di Vecchiazzano, colpiti dal fatto che si tratta di una vera e propria Catechesi biblica animata che ogni anno presenta una storia e un messaggio nuovo e particolare.
La scenografia è di tipo orientale con  effetti di luce, suoni, musica e  commento biblico, il tutto sincronizzato da un programma computerizzato.
Le statue meccaniche vengono animate da circa un centinaio di motori, timer, relè elettrici  e le  scene vengono sostituite e spostate mediante l’utilizzo di pistoni ad aria compressa,  montacarichi e pannelli girevoli.
Per questa sua caratteristica, questo Presepe è visitato anche  da numerose classi scolastiche e di catechismo che utilizzano tale rappresentazione per fare vivere ai ragazzi un momento di riflessione in modo più reale e coinvolgente.
Prendendo accordi con i responsabili è possibile osservare la complessità dei  meccanismi e dispositivi che animano le scene del presepe durante il suo funzionamento.  


La durata dell’intero ciclo del racconto di quest’anno  è di circa 11 minuti diviso in 6 scene con oltre 40 statue animate, molte delle quali  costruite appositamente per la storia raccontata quest’anno.

CARATTERISTICHE TECNICHE Presepe 2014 :
-   8  pistoni ad aria compressa
-   2 pannelli girevoli
-   4 montacarichi
-   oltre 60 motorini elettrici
-   45 statue animate
-   PLC computerizzato per la sincronizzazione

Anche quest’anno le offerte raccolte con il Presepe saranno devolute  alla Casa-Famiglia per bambini di Tepatitlan in Messico dove ha operato Suor Gianfranca originaria di Vecchiazzano.


Lettera di Suor Gianfranca:

Carissimi,
anche se sono ancora qui in Italia per un periodo, il mio affetto va ai miei cari bimbi del Messico in Tepatitlan.
Con piacere mi rivolgo a voi che visiterete il Presepe  di Vecchiazzano e ne ascolterete la bella catechesi che sempre ogni anno viene proposta.
Grazie ai mezzi di comunicazione che esistono oggi, spesso posso mettermi in contatto con i miei ragazzi più grandi che ora vivono fuori della “Casa – famiglia” in Messico.
Tutte le volte che parlo con loro, essi mi esprimono la loro riconoscenza per  ciò che hanno ricevuto durante gli anni in cui sono vissuti con noi suore nella “Casa – famiglia” a Tepatitlan, mi danno loro notizie, mi chiedono consigli… ed io sono felice di poter avere questi contatti con loro.

Tutto questo è sempre stato sostenuto dalla generosità di persone come voi che durante il periodo delle feste natalizie visitate il Presepe di Vecchiazzano.                      

Con piacere e riconoscenza vi comunico che anche con le vostre offerte del Natale 2013, è stato possibile comperare un pulmino per portare i bimbi ogni giorno a scuola.
Tutte noi suore con i nostri bambini vi siamo riconoscenti e ricambiamo con preghiere per tutti voi.

                      
                                                Con affetto
                                       Suor Gianfranca Casadei

 



 Foto pulmino e sotto foto particolare offerte

 

 

Per qualsiasi informazione telefonare
Franco   0543/83290    339 7421239    franco.casadei@tin.it
Don Vittorio  0543/85466
Per gruppi particolarmente numerosi si consiglia di prenotare, avvisando i responsabili, per una migliore accoglienza.
Sono  disponibili  i DVD con i filmati dei Presepi realizzati dal 2000 al 2011.
Ogni DVD contiene i video di tre anni, più il backstage delle realizzazioni dei movimenti elettro-meccanici delle scenografie e delle statue.
 
 
Il Presepe è visitabile dal 25 dicembre 2013 al 8 febbraio 2015.
 
Durante le funzioni religiose non è possibile la visita.


Foto presepe anno scorso:

Natività Presepe 2013

Davide e il gigante Golia

Entrata di Gesù a Gerusalemme

 

Cliccato 4987 volte
Clicca per vedere il video

Cliccato 4987 volte

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
commenta questo articolo
Non ci sono commenti su questo articolo, inseriscilo tu.
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI