17/07/2019 | 2074 articoli | 1473 commenti | 862 utenti iscritti | 5609 immagini | 22759792
login | registrati

Ultima iscrizione, Monia R.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Luglio 2019
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

- - - - - - -

Articolo inserito da Andrea Gorini in data 14/06/2011
Personaggi
letto 6257 volte in 8 anni 1 mesi e 5 giorni (2,12)
Iselmo Milandri

 

CAVALIERE Iselmo Milandri

Ha sempre lavorato nella fabbrica di rimorchi Bartoletti, nella quale ha ricoperto per lungo tempo il ruolo di capo dei manutentori.

Inoltre ha fatto parte del consiglio direttivo dell’Associazione Mazziniana Italiana, sezione Giordano Bruno di via Ribolle, di cui era il portabandiera nelle varie manifestazioni, come quella di Ca’Cornio in memoria dei partigiani uccisi.

Profondamente convinto che capitale e lavoro dovessero essere nelle stesse mani ( secondo il credo mazziniano ), Milandri era sempre fra i primi  sia a distribuire le tessere ai soci, sia nella collaborazione alle attività che si svolgevano a Vecchiazzano, dove è sempre vissuto con la sua famiglia.

Era attivista, ma umile, sempre pronto a difendere l’interesse generale e il bene comune: per questo fu in prima linea fra coloro che difendevano la Costituzione come avvenne, ad esempio, nel 2010 nella manifestazione davanti alla Prefettura e, nel 2006, contro il referendum  per modificare appunto la Costituzione. 

Ricevette  anche una decorazione di Cavaliere del Lavoro a Roma.

Amava stare con i giovani, parlare con loro, discutere: tutto questo grazie al suo carattere cordiale, aperto e amichevole.

Una delle sue ultime  presenze pubbliche è stata quella del 17 marzo 2011, quando portò orgogliosamente in Piazza Saffi il tricolore del 150° dell’Unità d’Italia.

 

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
commenta questo articolo
Non ci sono commenti su questo articolo, inseriscilo tu.
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su